dArea Amministrativa
dArea Genitori
dArea Alunni
dArea Docenti
dhome


PROGETTI anno scolastico 2006/2007

                                                                                                                     

 

IL COMPLEANNO DELLO GNOMO MARTINO

SEZ. A   e SEZ  D bambini di 4 e 5 anni Ins Giuliani - Ins Parente - Ins. Manella

IL CORPO IN MOVIMENTO

SEZ. A   e  SEZ. D bambini di 4 e 5 anni Ins. Manella

SCOPRIAMO LA CARTA

SEZ. F   e   SEZ. G  bambini di 3 -  4  -  5  anni Ins Lucera  -  Ins Maiorano

FESTE E RICORRENZE

INTERSEZIONE  plesso centrale Ins. Giuliani - Ins. Parente - Ins. Manella  -  Ins. Cuscito  -  Ins Dell'Anno

LA STRADA E LE SUE REGOLE

SEZ. B bambini di 5 anni Ins Cuscito 

LA MAGIA DEL COLORE

SEZ. C  e  SEZ  E  bambini di 3 anni Ins. Palmieri - Ins Meterangelo - Ins. Del Prete - Ins Garofalo

A COME AMICO...DELL' ARTE

SEZ F  e  SEZ  G  bambini di 3  -  4  -  5  anni Ins Garofalo - Ins Del Prete

CIAK SI GIRA

SEZ A  SEZ  B   SEZ  D Ins Parente  -  Ins Giuliani  -  Ins Cuscito  -  Ins Manella  -  Ins Dell'Anno

 

                                 

PROGETTO

                    "Il  compleanno  dello  Gnomo  Martino"           

Il gioco è una delle attività più significative dell'infanzia. E' uno stimolo che impegna lo sviluppo intellettivo, sociale e motorio. Qalsiasi oggetto può venire trasformato in un gioco e può diventare uno strumento per invitare il bambino/a all'esplorazione, all'azione e all'apprendimento.

OBIETTIVI:

CONTENUTI:

 ATTIVITA':

                     

            PROGETTO

              “IL CORPO IN MOVIMENTO”

            PREMESSA

        Tra le molteplici esperienze che la scuola dell’infanzia offre al bambino, l’attività motoria riveste un ruolo di fondamentale importanza. Infatti, essa coinvolge il bambino nella sua globalità, diventando la base portante di tutte le acquisizioni. Lo sviluppo motorio e quello psichico sono iscindibili e il bambino sappiamo ha un canale espressivo privilegiato, quello del linguaggio corporeo e dell’ azione che gli permette di comunicare, esprimersi, concettualizzare e i termini astratti relativi a spazio-tempo e corpo si concretizzano attraverso il costante riferimento all’ambiente, agli altri, agli oggetti.

Gli aspetti considerati in questo progetto saranno:

v    Percezione dello schema corporeo

v    Lateralizzazione

v    Coordinazione visuo-motoria

v    Topologia

v    Strutturazione spazio-temporale

La programmazione dell’attività psicomotoria sarà flessibile, sicura sugli obiettivi di fondo ma consapevole che gli stessi potranno essere raggiunti attraverso molte strade, alcune delle quali potranno essere indicate dai bambini stessi.

FINALITA’

ü     Rafforzamento e maturazione dell’identità personale dei bambini sotto tre profili; CORPOREO – INTELLETTUALE – PSICODINAMICO.

ü     Progressiva acquisizione della conoscenza di sé, dell’autonomia, dell’integrazione nel gruppo

O.S.A.     Anni 4

§        Sentirsi parte di un gruppo

§        Muoversi liberamente e in modo guidato da soli e in gruppo

§        Muoversi seguendo un suono, un rumore, un ritmo

§        Percepire lo schema corporeo globale e segmentarlo

§        Riconoscere e denominare le parti del corpo su di sé, sugli altri e su una immagine

§        Differenziare i piani frontali: davanti-dietro

§        Scoprire la parte dominante

§        Scoprire le direzioni ed interiorizzarle

§        Eseguire semplici sequenze logiche e pregrafismi

§        Esercitare e rafforzare la motricità fine

§        Percepire ed individuare i concetti: sopra-sotto, in alto-in basso, dentro-fuori, aperto-chiuso, vicino-lontano

§        Sviluppo senso percettivo

§        Sviluppo della coordinazione visuo-motoria.

Anni 5

§        Percepire, conoscere, strutturare lo schema corporeo

§        Prendere coscienza del sé corporeo e delle sue possibilità motorie nel movimento e nello spazio

§        Percepire, riconoscere e denominare le varie parti del corpo su di sé, sugli altri e su una immagine

§        Differenziare i piani frontali: davanti – dietro – di lato

§        Analizzare i vari segmenti corporei e loro utilizzo

§        Scoprire il funzionamento delle parti interne del corpo e la loro importanza

§        Trasformare lo spazio in contenitori di relazioni, emozioni ed esperienze

§        Rappresentare lo schema corporeo

§        Prendere consapevolezza della propria identità sessuale

§        Sapersi muovere nello spazio con o senza ostacoli

§        Favorire lo sviluppo della capacità di rielaborare l’esperienza vissuta attraverso la memoria fotografica

§        Sviluppo senso-percettivo

§        Seguire un ritmo, un suono con battute di mani, piedi e con la voce

§        Eseguire grafismi

§        Rafforzare la coordinazione oculo-manuale e la motricità fine

§        Discriminare la destra e la sinistra su di sé

§        Saper individuare la direzione destra-sinistra

§        Eseguire ed inventare percorsi

§        Rafforzare tutti i concetti topologici

§        Eseguire sequenze logiche semplici e complesse

§        Eseguire e mettere in ordine sequenze logiche e temporali

§        Conoscere i cibi per una sana e corretta alimentazione.

ESPERIENZE

La metodologia privilegiata sarà il gioco in tutte le sue dimensioni perché assolve importanti funzioni cognitive, socializzanti, creative, relazionali e motorie. Il bambino avrà l’opportunità di progettare e sperimentare tutte le forme ludiche a contenuto motorio dai giochi liberi a quelli simbolici ed imitativi, espressivi a quelli di esercizio fisico vero e proprio ecc.Non mancheranno interpretazioni di piccoli racconti fantastici e fiabe. Dopo ogni esecuzione seguirà una fase di rilassamento ed esercizi di respirazione. Al rientro in sezione ci sarà la rielaborazione verbale dell’esperienza vissuta, la relativa rappresentazione grafico-pittorica e schede operative. Le varie esperienze saranno accompagnate da musiche di sottofondo, canti, poesie.

         

                                                         

PROGETTO

"SCOPRIAMO  LA  CARTA"

PREMESSA

Il progetto vuole dare ai bambini la possibilità di conoscere, usare, manipolare, trasformare un materiale. la scelta del materiale cartaceo nasce dalla voglia di far scoprire molte possibilità d'uso, le qualità e le caratteristiche della carta. la duttilità di questo materiale, infatti, permette ai bambini di sperimentare la progettualità per fare costruzioni creative a tema.

FINALITA'

Conoscere le caratteristiche e sperimentare la qualità di un materiale: la carta.

OBIETTIVI FORMATIVI

METODOLOGIA

Il progetto prevede percorsi di proposte operative organizzate in incontri alla scoperta delle caratteristiche del materiale cartaceo per sperimentare: manualità, tattilità, sonorità, luminosità, progettualità e costruzione, assicurando un approccio a livello conoscitivo e di scoperta e un approccio a livello creativo/costruttivo.

PROGETTO

"FESTE  E  RICORRENZE"

FESTA DELLE CASTAGNE

NATALE

                                

              CARNEVALE

    

                              

PASQUA

 

                                                       

PROGETTO

"LA  MAGIA  DEL  COLORE"

Il linguaggio grafico-iconico è un campo di comunicazione privilegiato per i bambini. Infatti, per il bambino disegnare, tracciare linee e colorare può significare moltissime cose, ma soprattutto significa: comunicare, raccontare se stessi e dar forma a pensieri e sentimenti, per mettersi in relazione con il mondo che lo circonda.

FINALITA'

Offrire al bambino le possibilità di utilizzare il mezzo comunicativo-espressivo, per impegnarlo in un processo creativo che maturi la sua sensibilità e la sua fantasia sviluppando la capacità di vedere e di capire le cose, se stesso e gli altri.

OBIETTIVI FORMATIVI:

O.S.A.

METODOLOGIA:

Le proposte operative aiuteranno gradatamente i bambini a scoprire i colori e ad approfondire la loro conoscenza. I bambini saranno liberi di muoversi nella spazio scolastico utilizzando il materiale a loro disposizione. L'insegnante "regista" osserverà i bambini annotando i vari modi di entrare in contatto con l'ambiente, con gli adulti e con i pari.

                                                

PROGETTO

"LA STRADA  E  LE  SUE  REGOLE"

In questa programmazione presentiamo le prime nozioni di Educazione Stradale che i bambini devono conoscere. Sviluppiamo esercizi molto divertenti, nei quali i sensi e l'attenzione sono necessari per muoversi e per conoscere con sicurezza le strade che percorriamo. I nostri obiettivi generali saranno:

1) facilitare l'apprendimento delle norme

2) imparare i comportamenti di base dell'educazione stradale.

OBIETTIVI DA RAGGIUNGERE QUANDO I BAMBINI SONO PEDONI:

OBIETTIVI DA RAGGIUNGERE QUANDO I BAMBINI SONO PASSEGGERI:

OBIETTIVI DA RAGGIUNGERE QUANDO IL BAMBINO E' IL CONDUCENTE:

ATTIVITA'

Giochi stimolanti basati sull'educazione stradale. Identificare un segnale stradale. Giochi di memoria visiva. Giochi di memoria uditiva. "Fabbricare" delle macchinine con degli scatoloni e realizzare una pista nel cortile della scuola o in palestra cosicchè i bambini possono elaborare ed interiorizzare le informazioni acquisite sui segnali stradali e sulle regole di base dell'educazione stradale. 

                       

PROGETTO

         "A COME AMICO....DELL'ARTE"             

PREMESSA

In una società che vorrebbe presentarci, soprattutto nei messaggi pubblicitari, il bambino come un essere particolarmente  fragile, un bambino passivo che non sembra possedere risorse autonome, l'incontro con l'arte vuol essere una ricerca di creatività, uno stimolo al pensiero e al giudizio critico. Può diventare così realizzazione di una personalità armoniosa e completa sollecitando l'identità, l'autonomia, la competenza, cioè le caratteristiche fondamentali della scuola dell'infanzia. Attraverso l'arte si vuole rendere affascinante e stimolante l'incontro tra i bambini e la realtà, tra i bambini e i colori, tra i bambini e le immagini per un rapporto sempre più immediato con la concretezza delle cose.

FINALITA'

Il progetto si prefigge di vivere l'arte a scuola, cioè di non parlare più ad esempio di bambini nei musei ma di musei "dei" bambini e "per" i bambini e proporre la pittura, la scultura  e tutto quanto fa parte del mondo dell'arte come percorsi di scoperta di se e del mondo che circonda ogni essere umano e quindi ogni bambino. Utilizzare l'arte, i pittori, gli scultori e le loro opere non significa affatto prendere un lavoro di un artista per farlo rifare ai bambini, ma guardare a questo lavoro come fonte di ispirazione, come serbatoio di idee. tutto deve servire, in fondo, solo come pretesto per giocare, creare ed inventare.

O.S.A.

 METODOLOGIA

Il progetto previsto fonda la propria operatività su una metodologia che tenga conto dei bisogni, degli interessi, delle motivazioni e delle competenze dei bambini. di conseguenza viene attribuita grande valenza educativa e didattica:

AL GIOCO

ALL'ESPLORAZIONE E ALLA RICERCA

VITA DI RELAZIONE

                

PROGETTO

"CIAK   SI   GIRA"

MOTIVAZIONE

LA festa di fine anno scolastico costituisce il momento conclusivo di un lungo percorso vissuto insieme da grandi e da piccoli.

L’organizzazione della festa è una occasione di socializzazione e condivisione di esperienze ed emozioni comuni.Le tre sezioni della nostra scuola dell’infanzia dedicano questo festoso e colorato spettacolo a tutti i bambini che ci lasciano per affrontare nuove ed interessanti avventure nella scuola elementare.

Si tratta di uno spettacolo musicale sulla realtà televisiva, produttrice di immagini per eccellenza, organizzato in modo da coinvolgere i bambini nella produzione e comprensione di messaggi visivi e sonori, da tradurre e rielaborare in chiave critica.

Dialoghi, canti, balletti uniranno ancor di più questi bambini in una esperienza ludica.

OBIETTIVI

 ATTIVITA’

Dialoghi, canti, balletti, poesie, barzellette,scenette comiche

Preparazione delle scenografie.

 

notizie scuola famiglia

programmazione

 SS STORNA ALLA HOME DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA